Outdoor

Lago di Redona Canoa e Natura

Oggi voglio portarti con me al Lago di Redona, incastonato tra le rocce della Val Tramontina, gruppo montuoso delle Prealpi Carniche.

Grazie all’evento “In Canoa con il Campione” organizzato da Ri.Natura, ho avuto la possibilità di scoprire la Val Tramontina da una prospettiva diversa.

Scoprire, lontano dai rumori della città, pagaiata dopo pagaiata, le bellezze di queste zone, le sue insenature, le pareti roccioso e gli anfratti nascosti.

Il Lago di Redona ed il suo mistero

Il Lago di Redona, chiamato anche Lago di Tramonti, è un lago artificiale sotto del quale si nascondono i resti dei paesini di Molvena, Redona Vecchia e Flors. Paesini scomparsi che riaffiorano magicamente nei momenti di maggiore secca e che trasmettono quel velo di mistero quando si è li sopra con la canoa.

La bellezza di questi luoghi ti fa dimenticare la fatica della pagaiata e ti trasporta in un mondo fatto di silenzi e quiete. Dove il tempo è scandito dai colpi di pagaia e gli occhi rapidi dalla bellezza del panorama.

Fare Canoa al Lago di Redona

Non importa se non possiedi o meno una canoa. Il Canoa Club Naonis e Barbasso Nature Culture sono lieti di accompagnarti in queste escursioni e mettere a disposizione le loro canoe. Resta in contatto con loro attraverso la pagina FaceBook per non perderti nemmeno un evento o contattarli per farti accompagnare per un’escursione.

Come Ambassador di PromoTurismo FVG ho avuto la fortuna di provare questa bellissima esperienza e l’onore di pagaiare con il campione olimpico Daniele Molmenti oltre che conoscere Alberto, autore di “The Journey of Joy. Amazzonia”.

Questa attività mi ha fatto ricordare come fare uscite come questa è importante non solo per mantenere una buona forma fisica ma anche per dedicare del tempo a tutte quelle cose che non facciamo mai, primo su tutto prendersi del tempo per vivere al ritmo della natura.

Il tempo scandito dalla natura

Appena entrata in acqua giravo come una trottola. Avevo una pagaiata troppo veloce, come i ritmi quotidiani poi, piano piano, grazie alle guide ho capito che a determinare il ritmo non ero io ma l’acqua.

Dovevo seguirla. Andare passo passo con il suo flusso.

E così ho iniziato a divertirmi. Ad assaporare il piacere del momento. Aprivo e chiudevo gli occhi per cercare di catturare la magia di quel momento, imprimerla per sempre nella mia memoria.

Mi piaceva fermarmi, sospesa sul filo dell’acqua ad ammirare i riflessi del sole sull’acqua, il volo di un falchetto e la pace della natura.

Il Lago di Redona per i golosi

La Val Tramontina e così come il Lago di Redona sono custodi di un piatto tipico veramente d’eccellenza, la Pitina.

Dopo l’attività in canoa al lago ti consiglio di andare al Ristorante “Da Febo” per degustare questa prelibatezza di carne tipica di queste zone.

(1) Commento

  1. Ho provato la canoa in Canada e me ne sono follemente innamorata. Grazie per avermi fatto scoprire questo luogo (neppure troppo lontano da me) che proverò appena possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *