Idee Trekking Veneto

Croda da Lago da Passo Giau

Questa escursione è sicuramente da fare almeno una volta nella vita per lo spettacolo suggestivo che il gruppo delle Dolomiti regala. L’escursione consente di raggiungere il famoso altopiano di Mondeval e arrivare al lago Federa ai piedi della Croda da Lago. Due ore e mezza di camminata con un dislivello di 600 metri. Fattibile da tutti, purché con un buon allenamento sulle gambe.

Lasciata l’auto sulla SP 638 del Passo Giau in prossimità del ponte di Ru Curto imbocchiamo il sentiero 437 che ci innoltra subito nel bosco attraversando ponticelli, ruscelli e facendoci ammirare la maestosità delle vette dolomitiche.

Mentre i nostri occhi restano ammaliati dallo spettacolo delle Tofane di Rozes continuiamo a camminare prendendo rapidamente quota e camminando di fianco ad un canyon naturale scavato dal Ru Formin.

Da qui il sentiero comincia decisamente a salire e sulle gambe inizia a farsi sentire il dislivello ma lo spettacolo naturale ripaga ogni fatica. Passiamo il bivio per Forcella de Formin, quello per Pezie de Par e i Cason de Formin e continuiamo la nostra salita verso la Croda da Lago. 

La salita verso il lago Federa è tosta, un pò per il dislivello e in parte per il tipo di sentiero, ma mai pericoloso (tant’è vero che spesso si incrociano famiglie con bambini).

Bisogna camminare nella direzione dei nostri sogni, altrimenti perdiamo l’incanto della vita.

Personalmente amo questo sentiero un pò perchè il suo ricordo è legato alla mia gioventù e alle camminate con il mio babbo e poi perchè il panorama è davvero unico. Cinque Torri (mt. 2361), Laganzuoi (mt. 2752) e Averau (mt 2649). Mano mano che si sale si arriva ad ammirare anche tutta la conca ampezzana con le Tofane (mt 3225), il Cristallo (mt 3221), Sorapiss (mt 3205) e l’Antelao (mt 3264).

Una meraviglia davvero unica che merita una degna sosta per essere apprezzata (e fotografata).

Da qui la nostra vetta è davvero vicina. Mancano infatti poco meno di 50 metri di dislivello per arrivare alla Val Negra e, dopo circa mezz’ora di cammino, alle sponde del Lago Federa e il Rifugio Croda da Lago. 

Inutile dire che è d’obbligo una sosta al Rifugio (dove vanno assolutamente assaggiate le prelibatezze della casa) e, per chi ne avesse voglia, una piccola “siesta” sui prati ai piedi del lago per lasciarsi conquistare dalla magia della montagna.

 

Il ritorno avviene per lo stesso sentiero dell’andata anche se sono disponibili altri sentieri ma che vogliamo provare e raccontarvi in un’altro racconto 🙂

Scheda Tecnica:

📍 Croda da Lago – Passo Giau sentiero 437
⏱ Tempo di Percorrenza: 2,5 ore
📈 Dislivello: 600 mt
🔎 Tipo di Sentiero: andata/ritorno

(1) Commento

  1. Le Dolomiti regalano uno scenario unico. Mi piacerebbe organizzare un’escursione da quelle parti e questa che racchiude sia montagna che lago mi sembra perfetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *